Travel, Ynspirations

Una giornata fuori porta all’Alpe Devero, lasciatevi incantare!

Sabato 28 Luglio, sveglia all’alba per una Gita fuori porta all’Alpe Devero, Val D’ossola (Verbania)

Dopo la serata con il naso all’insù in occasione dell’eclissi lunare della scorsa notte, venerdì 27 Luglio, mi sono svegliata con il sorgere del sole e con quanta energia! Sarà che nelle interpretazioni più spirituali di questo fenomeno l’evento è stato il simbolo di qualcosa di grande che accade o accadrà in termini di relazione fuori e dentro di noi, è il momento del salto, del coraggio a tutti i costi, anche a rischio del distacco.

Alle ore 9.00 sono arrivata al parcheggio dell’Alpe Devero (1634m), ho lasciato l’auto e sono partita per un percorso molto semplice e adatto a tutti per circa 3,5 ore di cammino (siccome faccio molte soste per le foto, io ce ne ho messe 4 in totale tranquillità). Gli itinerari sono brevi, i sentieri sono per lo più larghi e pianeggianti e solo a tratti con lievi pendenze, immersi nella pace di un luogo incantevole.

Il Lago delle Streghe

Per prima cosa, imboccando il “percorso invernale” verso Campriolo, si arriva al Lago delle Streghe (1770m), caratterizzato da acque limpidissime in cui il cielo si specchia e quasi si confonde con le sue acque, sarete dunque rapiti dai colori verdi e azzurri che si mischiano e si uniscono in un’unione perfetta. Se la giornata lo permette un tuffo ve lo farete di sicuro perché non potrete davvero resistere!

Questo luogo mi emoziona sempre tantissimo, si narra che abbia qualcosa di magico che riconduce ad una leggenda romantica, il cui significato più profondo è che la vita ci conduce prima o poi in una spirale negativa, per farci riconoscere la strada perduta e ritrovare la giusta via, quella piena di luce. Vi potrà sembrare strano ma guardate cosa ho trovato….


Vedete anche voi quello che vedo io?? Non è la prima volta che visito il lago e da allora tutte le volte che ritorno ritrovo i miei “cuori di pietra”, non vi dico lo stupore alla prima vista, ma ritrovarli è stato ancora più emozionante. Ognuno ne darà la sua interpretazione, la natura ci ama e ci parla.

Questa volta poi anche il lago aveva qualcosa di più speciale del solito, ecco a voi… 😉

Crampiolo

Dopo l’incanto del Lago delle Streghe ho proseguito fino al delizioso villagetto di Crampiolo (1767m), con le sue casette di pietra, una piccola chiesetta e il torrente che incessantemente scorre e dove è possibile fermarsi a fare una sosta comodamente seduti su tavoloni di legno ricreati con trochi d’albero o sul prato verde.

Il Giro del Lago Devero

Dopo la sosta si risale verso un sentiero molto largo e lastricato che arriva fino alla Grande Diga a Codelago (1870m). Da qui si parte per il giro del Lago: consiglio di percorrerlo dal versante sinistro della diga, che offre il panorama più mozzafiato, per poi proseguire lungo tutto l’anello e rientrare dal versante destro.

In questo caso per la prima parte del lago il sentiero incontra dei pendii detritici molto ripidi (non è il massimo se soffrite di vertigini, in ogni caso niente paura, il sentiero è per lo più pianeggiante e potrete affrontarlo senza difficoltà). Dopodiché vi inoltrerete nella foresta, dove incontrerete ponticelli di legno e piccole cascate, fino ad arrivare a Ponte Rio Arbora. Svoltando a questo punto sul versante opposto del lago, continuerete a costeggiarlo; dapprima su un sentiero pianeggiante e poi con discesa su zona detritica fino alla fine del lago.

Rientro a Crampiolo per un gustoso pranzo in Baita

Una volta terminato il giro si scende nuovamente fino a Crampiolo, dove mi sono concessa un ricco pranzo con prodotti tipici del posto alla Baita Crampiolo.

Calorico sì, ma dopo la camminata si può fare! 😉

Consigli di viaggio

  • Anche se il percorso è semplice , indossate scarponcini da montagna, è sempre meglio e sui sentieri con rocce andrete più sereni.
  • Portate un costume se volete rinfrescarsi e far un tuffo al lago🏊‍♂️
  • Impermeabile e un cambio non può mancare nel vostro zaino, il tempo può variare velocemente in montagna ;)🌞⛅☁️⛈
  • Portate con voi una borraccia, sul percorso troverete diverse fontanelle da cui attingere acqua fresca e buonissima.🍶
  • Se volete gustare un buon pranzo dopo la passeggiata, partire per le 9.00 del mattino e prenotate il vostro tavolo in Baita. Qualità/Prezzo senza paragoni (circa 15 € a testa, porzioni abbondanti!)🍴
  • Se invece preferite il pranzo al sacco da consumare in riva al Lago, potrete acquistare prodotti tipici direttamente alla Latteria di Campriolo.🥪

Buon divertimento e buona passeggiata!

You may also like

Leave a Reply